Biscotti Macrobiotici DIANA

Biscotti Macrobiotici Diana…Sempre in tema di macrobiotica (lo so, vi starete chiedendo il perchè di tanto interesse verso questa “filosofia culinaria”…Be’, magari in un altro post ve ne parlo…!), qualche giorno fa ho voluto provare a fare qualcosa di dolce, ma…Udite, udite: senza uova, senza burro e…Senza zucchero! Quindi ho preso il mio bel libro “Alimentare il benessere” di Franco Berrino e ho seguito la ricetta dei “Biscotti DIANA”…Bè, mentre li facevo non ero poi così convinta che il risultato sarebbe stato proprio di mio gradimento…Ma poi, quando li ho provati (e ancora di più quando ho visto che la scatola dei biscotti dopo nemmeno due giorni era già vuota…!), sono rimasta felicemente sorpresa nello scoprire la bontà di questi biscotti, che definirei quasi “rustici”, sia per il sapore, in cui predominano le note dolci di mandorle, noci e uva passa, sia per la texture, nello stesso tempo morbida e croccante, grazie ai fiocchi d’avena  e alla farina di segale integrale…Insomma: dei biscotti lontani anni luce da quelli industriali! E poi, cosa che non guasta mai, molto meno ricchi di grassi e calorie…! Se volete cimentarvi con un dolce sano e leggero, il mio consiglio è di provarli, sono sicura che vi sorprenderanno almeno come hanno sorpreso me! Quella che vi propongo è la ricetta del libro, ma alla quale ho apportato qualche piccola modifica…

Biscotti Macrobiotici DIANA 

RICETTA per una ventina di biscotti
DIFFICOLTÀ: bassa
PREPARAZIONE: 10’ (preparazione) + 25’ (cottura)
COSTO: medio

INGREDIENTI DELLA RICETTA dei Biscotti Macrobiotici DIANA 

 

 

>> farina di segale (o farina integrale): 90 g
>> fiocchi di cereali: 90 g (io ho messo fiocchi di 5 cereali: avena, farro, segale, mais e grano)
>> frutta secca e semi oleaginosi: 1 bicchiere (io ho messo: farina di mandorle: 40 g; semi di lino: 40 g; noci: 30 g)
>> latte di soia: 100 g
>> uvetta ammollata: 30 g
>> mele e pere: 1 di ognuna, piccole e grattugiate
>> lievito per dolci: 1 / 2 bustina
>> buccia di  limone grattugiata: 1 / 2
>> sale: 1 pizzico

PREPARAZIONE DELLA RICETTA dei Biscotti Macrobiotici DIANA 

 

Mescola tutti gli ingredienti secchi (la farina, i fiocchi di cereale, i semi di lino, le noci, la farina di mandorle, il sale, la mela e la pera grattugiate, la buccia del limone, l’uvetta ammollata e strizzata), poi aggiungi il latte (l’impasto deve avere una consistenza tipo quella della foto) e frulla tutto con un minipimer. Alla fine, aggiungi il lievito. Con un cucchiaio versa l’impasto su una teglia ricoperta con carta da forno, formando dei biscotti di circa 4 cm di diametro. Metti in forno a 180ºC per circa 25’…E poi dimmi che ne pensi dei tuoi biscottini macrobiotici!

Con questa ricetta partecipo al Contest: Il Paradiso Della Frutta Secca di Una fetta di Paradiso:

Il Paradiso Della Frutta Secca di Una fetta di Paradiso

grattugia mele e pere

mescola farina e cereali

aggiungi la frutta secca e i semi oleaginosi

aggiungi la frutta

frulla tutto con un minipimer

dai la forma ai tuoi biscotti

se vuoi decorali con delle mandorle

Biscotti DIANA

Biscotti DIANA

Potrebbero Interessarti anche:

Commenti

Biscotti Macrobiotici DIANA — 27 commenti

  1. Eh, eh…Grazie! 8) Anche tu non scherzi! Comunque devi provarli questi biscotti DIANA, spero solo non siano “troppo sani” per i gusti di chi so io! 😉

    • Figurati! Anche a me i biscotti DIANA piacciono molto, sono così croccantosi, buoni e sani! Son contenta di esserti stata utile! Ho guardato il tuo blog: non lo conoscevo! Ci son moltissime ricettine di cui ho già preso nota! 😉 A presto, ti farò sapere da cosa comincio! Ciao!

  2. Penso che saranno la mia merenda per i prossimi giorni (ho come il presentimento che dureranno pochissimo però..), e poi sono talmente facili che si fanno in un attimo!
    Grazie per i complimenti.. sono agli inizi e ho ancora tanto da imparare, fammi sapere se provi qualcosa 🙂
    Ciao!

    • Sì, è vero, son super-veloci! Quanto al tuo Blog, ho già visto la mia prima prova: “Spadellata mediterranea di seitan”, ha un aspettino…! 😀

  3. Provala perchè è velocissima è super-sfiziosa!
    A proposito, a quanto pare abbiamo in comune anche l’amore per la Spagna.. peccato che io ora vivo in Italia 🙂

  4. Pingback: Biscotti Diana | la tana del riccio

  5. Grazie per la ricetta
    Sono ottimi.
    Tre domande:
    nella spiegazione metti anche la farina di mandorle che non leggo nella lista ingredienti.Ci vuole o no?

    Problema tecnico:
    appena fatti e per un tot di ore sono croccanti anche quando non più caldi.
    Come mai poi diventano gommosi dopo nemmeno 12/18 ore (a dire il vero io li ho chiusi in una scatola di metallo coperti da carta Scottex).E una seconda volta in un bbarattolo ermetico in vetro
    C’è un modo per conservarli croccanti una settimana?
    Il lievito (quale consigli tu?) a cosa serve visto che non si gonfiano?

    • Ciao Nico! Son contenta che i biscotti Diana ti siano piaciuti! Io li adoro, li faccio spessissimo! Quanto alle tue domande, in realtà la farina di mandorle c’è negli ingredienti, messa sotto la voce “frutta secca e semi oleaginosi”, ma è opzionale, nel senso che la ricetta originale prevedeva 1 bicchiere di frutta secca, metti pure quello che hai! Per ciò che dici sulla gommosità…a me non succede! Rimangono croccantini per diversi giorni, se conservati in una scatola chiusa…Per cui sinceramente non so che dire! Quanto al lievito, non ho provato a non metterlo, però così vengono bene! Se ci provi tu, dimmi che risultato ottieni, ok? A presto!

  6. E perchè non provi a congelarli? Io quando faccio muffin e ciambelle molto spesso ne congelo una parte e poi li tiro fuori un’oretta prima di mangiarli e a volte gli dò anche una passatina in forno: risultato eccezionale! 😉 So che può suonare strano congelare dei biscotti, ma questi alla fine non sono biscotti “tradizionali”, son quasi tortine, per cui…Magari scopriamo un nuovo e interessante metodo di conservazione!

  7. Sto cercando di trovare la formula migliore che si adatti al mio forno combinato e non tradizionale ovvero microonde che funziona anche come forno o grill (tipo apparecchio causa della gommosità?).
    Secondo me il giorno dopo sono gommosi forse perchè rimangono umidi dentro anche se freddi a temperatura ambiente .Ora provo a cuocerli 8 minuti in più sperando che asciughino bene internamente..

  8. Pingback: BISCOTTI MACROBIOTICI…SENZA…. | | Cominciamo da Qua Cominciamo da Qua BISCOTTI MACROBIOTICI…SENZA…. - Cominciamo da Qua | Le ricette di Elena

  9. Pingback: Biscotti soffici allo yogurt greco e gocce di cioccolato...Che "Buon giorno"! | la LUNA dei golosi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *