Lupini in Salamoia: Si Fanno Cosí!

lupini in salamoiaPreparare i lupini in salamoia richiede molto tempo, ma poco impegno! Infatti, anche se ci vuole quasi una settimana per renderli dolci e gustosi è anche vero che l’impegno maggiore è quello di cambiare l’acqua in cui sono tenuti in ammollo almeno tre volte al giorno. Il lupino,   pianta conosciuta  sin da tempi più antichi, appartenente alla famiglia delle Leguminose, rustica e resistente, poco presente sulle nostre tavole, negli ultimi decenni sta tornando con prepotenza alla ribalta per le sue innumerevoli qualità terapeutiche: nutriente, facilmente digeribile, capace di ridurre il livello di colesterolo nel sangue, di aiutare il cuore nelle sue funzioni vitali e pare che, consumandolo con regolarità, possa addirittura prevenire l’ipertensione, il diabete e il tumore del colon.

RICETTA dei Lupini in Salamoia

RICETTA per 500 g di lupini
DIFFICOLTÀ: media
PREPARAZIONE: 1 settimana circa +  2 ore e 30 di cottura
COSTO: basso

Ingredienti dei Lupini in salamoia

>>  lupini secchi: 500 g
>>  sale: 100 g
>>  acqua per la salamoia: 1,5 l

Preparazione dei Lupini in Salamoia

Lavaggio e Cottura dei Lupini

Lava bene i lupini sotto l’acqua corrente e lasciali a bagno per 24-26 ore, avendo l’accortezza di cambiare l’acqua al mattino e alla sera. Dopo l’ammollo, lava ancora i legumi sotto l’acqua corrente, riempi il tegame di acqua fredda e mettili a cuocere. Lasciali cuocere per circa 2 ore, 2 ore e mezza e, a metà cottura, cambia l’acqua, pertanto preparati un’altro tegame con l’acqua calda, travasali e continua a cuocerli. É proprio grazie alla cottura che i lupini perdono la loro tossicità dovuta alla lupo-tossina, un alcaloide, neutralizzato e reso innocuo dal calore.

Fase di Ammollo e Preparazione della Salamoia

Dopo la cottura, lascia raffreddare un momento i lupini, sciacquali, rimettili in acqua fredda e tienili in ammollo per 4-5 giorni sempre cambiando l’acqua 2-3 volte al giorno: più spesso cambi l’acqua e prima diventano dolci. Per completare la preparazione dei lupini e renderli saporiti e gustosi, ma anche per conservarli finché non li mangi tutti, è necessario preparare una salamoia con 60-70 g di sale per litro d’acqua. In questo caso io ho messo nella pentola 1,5 l d’acqua e, quando l’acqua ha cominciato a bollire, ho versato 100 g di sale, ho rimestato col cucchiaio di legno per farlo sciogliere completamente e poi ho aggiunto i lupini e li ho fatti cuocere per un minuto. Finalmente i lupini sono pronti da mangiare. Si possono conservare in frigo, coperti dalla loro salamoia, anche per più di un mese.
lupini secchilava i lupini e mettili a bagno per 24-26 oredurante l'ammollo cambia spesso l'acqua sciacquali e mettili a cuocere per 2 ore e mezza a metà cottura cambia ancora l'acquaa cottura completa scolali e sciacquali
affinchè perdano l'amaro tienili a bagno per 5 giorni , cambiando l'acqua almeno 3 volte al giornoprepara la salamoia sciogliendo il sale nell'acqua bollente
mentre l'acqua bolle versa i lupini e lasciali cuocere per 1 minuto
i lupini sono pronti!lupini pronti da mangiare

Potrebbero Interessarti anche:

Commenti

Lupini in Salamoia: Si Fanno Cosí! — 2 commenti

  1. Pingback: Hummus di Lupini alla Paprika | La LUNAdei Golosi

  2. Non ho trovato come preparare i lupini con la pasta o come minestra.
    Potreste darmi indicazioni chiare di procedura (soprattutto per eliminare possibili rischi di intossicazione)? Grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *